DutchFlag26 novembre 2013 — Il 9/11 Consensus Panel e’ lieto di annunciare la messa a disposizione del suo sito Web  in olandese, incluso i 37 Punti di consenso elaborati fino ad oggi’.

*** COMUNICATO STAMPA ***

JFK_UnspeakableNew York, 20 Novembre 2013 : Questo anno, 50.mo anniversario del assassinio del Presidente Kennedy, ha visto Edward Snowden e Glenn Greenwald svelare al mondo le attività illegali di spionaggio contro cittadini americani e di Paesi alleati da parte dello “Stato nascosto” degli Stati-Uniti.

Prendere globalmente coscienza di questo vero e proprio “crimine di Stato contro la democrazia” deve portare a cambiare le cose e a riconsiderare sia il passato che il presente.

Per rendere omaggio alla vita di John Fitzgerald Kennedy, il “9/11 Consensus Panel”, il gruppo di verifica sui fatti dell’11 Settembre, ha deciso di segnalare un libro di livello scientifico che porta alla luce puntigliosamente l’operazione di copertura compiuta dalla Commissione Warren sull’omicidio di Stato commesso ai danni di JFK.

JFK and the Unspeakable : Why He Died and Why it Matters” (JFK e l’Indicibile: perché fu ucciso e perché è importante), di James W. Douglass, è – come ha scritto Oliver Stone – “il migliore resoconto che io abbia letto su questa tragedia. Merita l’attenzione di tutti gli americani perché è uno di quei rari libri che ci aiutano a capire la nostra storia e quindi hanno il potere di cambiarla”.

Jim Douglass, il cui lavoro sull’”Unspeakable” ci rivela la mancanza di scrupoli dello Stato nascosto, scrive:

“Dallas ha gettato le basi dell’11 Settembre. Capire l’assassinio di Dallas vuol dire capire tutto il resto, compreso il fatto ovvio che i grattacieli non crollano nel modo in cui il governo americano dice che sono crollati. La storia di JFK è lo specchio della verità su cui possiamo vedere il nostro mondo e il modo di cambiarlo”.

Lo studioso del caso Kennedy, Craig Ciccone, fa il paragone tra i due eventi:

“Più mi addentravo nelle ricerche sull’11 Settembre e più avevo il voltastomaco. La somiglianza tra i due casi, da come si sono svolti i fatti alle cosiddette “inchieste ufficiali”, è impressionante. Come nel caso Kennedy, anche nell’11 Settembre le leggi della fisica e dell’aerodinamica sono state disinvoltamente ignorate. Sono state distrutte le prove. Si è tentato continuamente di piegare l’evidenza a una versione dei fatti già pre-confezionata. Si sono avuti palesi conflitti d’interesse nell’ente investigativo. E le testimonianze di chi ha visto e sentito sono state gestite in modo vergognoso.

Gli studi scientifici del prof. David Ray Griffin hanno dimostrato che, 38 anni dopo Dallas, lo stesso “Stato nascosto” ha attuato l’11 Settembre o consentito che si verificasse.

Il rapporto della Commissione sull’11 Settembre (definito dal giornale Harper’s un “insabbiamento scandaloso” ai danni della nazione) è un’operazione di copertura che viene sonoramente bocciata dai molti gruppi di verifica formatisi in ambito accademico e scientifico nei campi dell’ingegneria, della fisica e della chimica.

L’anno 2013 vede anche l’uscita dell’esauriente e approfondito documentario di Massimo Mazzucco: “9/11: The New Pearl Harbour”, disponibile anche in Italiano (11 Settembre: La Nuova Pearl Harbour), pieno di clamorose testimonianze, che va ad aggiungersi al film in Inglese Experts Speak Out (La parola agli esperti), che approfondisce soprattutto gli aspetti tecnico-ingegneristici dell’evento.

Le conclusioni validate dei 23 membri del “9/11 Consensus Panel” (il gruppo di verifica che studia l’11 Settembre a livello accademico-scientifico) sono adesso disponibili, oltre che in Inglese, anche in Italiano, Francese, Spagnolo e Olandese.

Fonte : 9/11 Consensus Panel

Contatto : consensus911 (@) gmail.com

The 23-member 9/11 Consensus Panel has conducted three rounds of review, during which the Panelists were blind to one another, to produce five new Consensus Points refuting the official evidence of 9/11:

  • Seismic evidence of large underground explosions beneath the Twin Towers
  • Physical and testimonial evidence of explosions beneath the Twin Towers
  • Molten metal running below the Twin Towers’ debris for weeks after 9/11
  • The failure — after 7 years of effort — of the National Institute of Standards and Technology to produce a computer simulation of the collapse of World Trade Center 7 that matched the visual collapse
  • A serious problem in the timeline of the famous “Let’s Roll” call from Flight 93, which was used as a call to war

This brings the total number of Consensus Points to 37.

 

TruthSeekerIn questa trasmissione di 12 minuti su Russia Today, intitolata 9/11 and Operation Gladio, il canale moscovita intervista quattro membri del 9/11 Consensus Panel: il Dr. Daniele Ganser, autore del libro NATO’s Secret Armies, il Dr. Graeme MacQueen, co-editore del Journal of 9/11 Studies, l’ingegnere e ricercatore sull’11/9 Jonathan Cole, ed Elizabeth Woodworth, co-fondatrice con il Dr. David Ray Griffin – ed anche coordinatrice – del 9/11 Consensus Panel.

Russia Today ha mandato in onda la trasmissione ben 5 volte, prima di metterla sul suo sito Web, dove e’ gia’ stata vista da 100 000 persone nelle prime 24 ore.

 

911TNPH_dvdIl regista Massimo Mazzucco, membro del 9/11 Consensus Panel, pubblica oggi il suo documentario “11 settembre – La nuova Pearl Harbor“. Questo film educativo di quasi 5 ore ha richiesto 3 anni per essere realizzato. Si divide in 7 capitoli, che riassumono 12 anni di dibattito sull’11/9.

Mazzucco scrive : “Nonostante il film sia indirizzato soprattutto ad un pubblico generico, che sa poco o nulla dell’11 settembre, ci sono anche diverse novità che possono interessare i ricercatori più esperti.” Il film, disponibile anche in formato DVD, sarà messo integralmente in rete in 3 lingue diverse (italiano, inglese e francese).

Un indice del contenuto del documentario e’  disponibile sul sito Web di Massimo Mazzucco per facilitarne l’accesso ai diversi capitoli.

BoeingUA93

In caso di dirottamento, i piloti professionisti sono addestrati a digitare (sqwak in inglese) sul loro transponder il codice universale di dirottamento (7500), per avvertire i controllori della Federal Aviation Agency (aviazione civile) a terra.

Per quanto ci vogliano soltanto 2-3 secondi, il fatto che nessuno degli 8 piloti abbia compiuto questa azione obbligatoria mette in serio dubbio la storia dei dirottatori.  Continua a leggere… (in Inglese)

Il 9/11 Consensus Panel e’ lieto di accogliere un nuovo membro onorario :

Kassovitz, Mathieu for WebsiteMathieu Kassovitz è un regista francese, sceneggiatore, produttore e attore. Il suo lavoro è ben noto sia in Francia che all’estero. Ha vinto numerosi premi per i suoi film, tra cui miglior regista al Festival di Cannes per La Haine, per cui è stato salutato come l’erede di Truffaut. E’ stato nominato come miglior regista per I fiumi di porpora, che ha vinto anche il Gold Start per la miglior regia. Ha vinto tre premi César per la sua maestria nel cinema. Il suo ultimo film è La ribellione. Kassovitz ha sollevato interrogativi alla televisione francese sull’ 11/9 come complotto US.

Altre informazioni sui membri honorari del 9/11 Consensus qui

DulesAirportC’erano più di 300 telecamere di sorveglianza all’aeroporto Dulles di Washington l’11 settembre 2001. Queste telecamere conservavano le immagini per 30 giorni, e sono state minuziosamente passate al vaglio dei tecnici informatici sotto il controllo degli agenti federali. Ma il governo americano non ha rilasciato una sola ripresa datata e stampigliata, né una sola immagine, di queste trecento telecamere di sorveglianza.
Continua a leggere(in Inglese)

Il 9/11 Consensus Panel e’ lieto di accogliere un nuovo membro onorario :

Consensus Panel PhotoFerdinando Imposimato è un ex-magistrato italiano e presidente onorario della Suprema Corte di Cassazione. E’ stato il giudice istruttore di alcuni importanti casi di terrorismo, come il rapimento e l’assassinio di Aldo Moro, o il tentato assassinio di Papa Giovanni Paolo II. E’ stato anche consulente legale per le Nazioni Unite. Ha dichiarato pubblicamente di ritenere l’undici settembre una operazione sotto falsa bandiera, e propone che il caso venga sottoposto alla Corte Criminale Internazionale, che fu istituita per proteggere le nazioni da atti di guerra criminali. ha anche scritto “La grande menzogna”, “Terrorismo internazionale. La verità nascosta”, “La Repubblica delle stragi impunite”, e “I 55 giorni che hanno cambiato l’Italia. Perché Aldo Moro doveva morire?”, sul caso Moro.

Altre informazioni sui membri honorari del 9/11 Consensus qui

BoeingUA93Secondo la caposquadra della società telefonica GTE, Lisa Jefferson, che ha preso la telefonata di Todd Beamer, il telefono e’ rimasto collegato a lungo dopo lo schianto del volo UA 93. “Mai sentito un crash”. Spiegando che dopo che Todd Beamer ebbe pronunciato la famosa frase “Let’s roll” e poi lasciato l’apparecchio telefonico, Lisa Jefferson ha scritto che la linea era “semplicemente rimasta silenziosa”. E benché lei fosse rimasta ad ascoltare per “probabilmente 15 minuti”, ha poi aggiunto : “Non ho spiegazioni. Non abbiamo perso il collegamento, perche se no, utilizzano un suono diverso. C’e’ una specie si strillo stridente quando la linea cade. Non ho mai perso la communicazione, ma è semplicemente diventata silenziosa.”
Read more… (in Inglese)

Telephone handsetNEW YORK, May 16, 2013 /PRNewswire/ — America first learned of the 9/11 hijackings from Solicitor-General Ted Olson, who reported two calls from his wife, well-known CNN commentator Barbara Olson.

From American Airlines Flight 77, Barbara Olson fleshed out the drama of diminutive Muslim hijackers using knives and box-cutters to herd dozens of passengers to the rear of the plane.

These and other reported calls have now been examined by the 9/11 Consensus Panel of scientists, pilots, professors, attorneys, and journalists.
Read more….

Il 9/11 Consensus Panel e’ lieto di accogliere due nuovi membri :

Ganser, Daniele, 2012-2Dr. Daniele Ganser, storico svizzero che dirige l’Istituto Svizzero per la Pace e la Ricerca Energetica di Basilea (SIPER). E’ esperto in conflitti globali per il petrolio, guerra mascherata, guerre per le risorse, e strategie economiche. Insegna storia e futuro dei sistemi energetici all’Università di St. Gallen, mentre all’Università di Basilea insegna analisi dei conflitti globali relativi alle guerre per il petrolio.

Jonathan Cole, from online photo May 26 2013Jonathan Cole, ingegnere civile che pratica in Connecticut, Florida e New Hampshire (USA). Laureato nel 1979, ha oltre 28 anni di esperienza in ingegneria civile e direzione delle costruzioni, compresa la progettazione di edifici, ponti, servizi e infrastrutture.

 

Altre informazioni sui membri del Panel qui

Stephen Lendman News PostElizabeth Woodworth ha fatto una intervista di 30 minuti con Stephen Lendman della PRN sui quattro Punti di Consenso che riguardano le telefonate fatte dagli aerei l’11 di settembre. Le prove più recenti pongono seri dubbi sulla possibilità di collegarsi a terra, sulla durata delle telefonate, e sulle contraddizioni fra le varie testimonianze. Ad esempio, due delle presunte telefonate fatte dai cellulari che sarebbero state fatte da 10.000 m. di altezza hanno lasciato nella segreteria telefonica l’identificativo di chiamata.  Questo sarebbe stato impossibile, secondo gli esperti di telefonia cellulare di quel periodo, visto che un collegamento da quelle quote potrebbe durare al massimo qualche secondo, se mai fosse possibile del tutto.